ePrivacy, ok dal Consiglio Ue alle regole che integrano il Gdpr

La nuova Direttiva europea ePrivacy arriva al rush finale: il Consiglio dell’Unione europea, al momento guidato dalla presidenza portoghese, ha dato il suo mandato negoziale per la revisione delle norme sulla protezione della privacy e della riservatezza nell’uso dei servizi di comunicazione elettronica. Queste regole aggiornate definiranno i casi in cui i service provider possono elaborare i dati delle comunicazioni elettroniche o avere accesso ai dati memorizzati sui dispositivi degli utenti finali. L’accordo di oggi consente alla presidenza portoghese di avviare i colloqui con il Parlamento europeo sul testo finale della nuova Direttiva ePrivacy.

L’aggiornamento della Direttiva attuale, che risale al 2002, è considerato fondamentale per far fronte ai nuovi sviluppi tecnologici e di mercato, come la diffusione del Voice over Ip, della posta elettronica e dei servizi di messaggistica basati sul web e l’emergere di nuove tecniche per il monitoraggio online del comportamento degli utenti.

Leggi l’articolo completo su Corriere Comunicazioni

Recommended Posts